Beni sequestrati alla criminalita' organizzata: pubblicata la manifestazione di interesse per l'affidamento in concessione del capannone confiscato in via Galilei

Pubblicato il 22 febbraio 2024 • Comune

Il 29 Gennaio 2024 è stato pubblicato l’avviso del procedimento ad evidenza pubblica finalizzato alla raccolta di manifestazioni d’interesse preliminari alla concessione a titolo gratuito ad Enti del Privato Sociale, dell’immobile sito in Via Fermi angolo Via Galileo Galilei, confiscato alla criminalità organizzata e acquisito al patrimonio indisponibile del Comune di Gessate per essere destinato a finalità di interesse generale, in applicazione della disciplina giuridica delineata dal D.Lgs. n. 159/2011 art. 48 Codice Antimafia.

Con l’acquisizione delle manifestazioni di interesse si intende verificare la presenza di soggetti potenzialmente interessati a partecipare ad una successiva procedura di bando per la concessione in uso dell’immobile nel rispetto della finalità specificate nell’avviso.

L’esito dell’indagine esplorativa servirà ad orientare l’azione futura dell’Amministrazione Comunale riguardo la fattibilità della successiva gara.

L’invio della manifestazione di interesse non vincolerà in alcun modo sia l'Amministrazione Comunale sia chi l’abbia presentata alla partecipazione alla successiva gara.

L’oggetto della concessione è il capannone nel quale la Polizia Locale intervenne rilevando lo spazio colmo di rifiuti con l’obiettivo di essere incendiato da parte di organizzazioni criminali. Dopo il processo, che raccoglieva i risultati di indagini anche in altri siti in Lombardia, l’Amministrazione Comunale ha, tramite un bando pubblico, provveduto a far svuotare e smaltire quanto depositato all’interno.

Sulla base della normativa del Codice Antimafia in lettura coordinata con il Codice del Terzo Settore, i Soggetti ammessi a partecipare saranno le organizzazioni di volontariato, le associazioni di promozione sociale, gli enti filantropici, le cooperative sociali, le associazioni, le fondazioni e gli altri enti di carattere privato diversi dalle società costituiti per il perseguimento, senza scopo di lucro, di finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale mediante lo svolgimento di una o più attività di interesse generale.

I soggetti interessati, come indicato nell’Avviso Pubblico, dovranno effettuare un sopralluogo per prendere visione del bene facendone richiesta al protocollo del Comune di Gessate.

La manifestazione di interesse dovrà essere inviata al Comune entro le ore 12.00 del 15 Aprile 2024 secondo le modalità indicate all’Albo Pretorio del Comune di Gessate, reperibili a questo link https://servizi.comune.gessate.mi.it/c015106/mc/mc_p_dettaglio.php?id_pubbl=13818 .

L’acquisizione e la gestione dei beni sequestrati alla criminalità è e rimane per il Comune di Gessate un impegno concreto, su cui vengono investiti tempo, fondi ed energie.

La scelta dell’Amministrazione è quella di andare oltre le difficoltà gestionali: la nobiltà dello scopo finale determina la vittoria della giustizia e la restituzione definitiva alla società di quanto è stato tolto alla collettività in maniera fraudolenta.

La riqualifica di questi beni attraverso progetti che andranno ad arricchire la proposta sociale del territorio rappresenta per la cittadinanza una conquista e, contestualmente, certifica la sconfitta della criminalità di fronte allo Stato, alle sue funzioni e ai cittadini stessi.