Regione Lombardia

Chiusura parco giochi via Repubblica

Pubblicato il 10 settembre 2018 • Comune

Il parco giochi di via Repubblica è stato chiuso dal gestore del centro sportivo comunicando agli uffici comunali che tale chiusura è stata ritenuta necessaria con la seguente motivazione:

  • da molti fruitori del parco giochi vengono tirate pallonate sulla tensostruttura, contro le porte della stessa e le vetrate. Quando il pallone va oltre la recinzione si arrampicano sulla stessa camminando sul telo della tensostruttura. Molti accessi impropri avvengono anche nelle ore notturne. La tensostruttura risulta ormai usurata e questo potrebbe causare cadute rovinose con conseguenze letali. “ .. segnalare la necessità di chiudere il parchetto fino a quando non verrà predisposta un'idonea struttura, che separi la zona del parchetto dalla tensostruttura , impedendo anche ai palloni di cadere sulla tenso.”

Fermo restando che la tensostruttura presente anche uno squarcio, l’ufficio tecnico comunale ha già provveduto a metter in atto le procedure per intervento della parte danneggiata, sono in attesa di sapere la data dell’intervento.

In merito a quanto indicato dal gestore come motivazione alla decisione di chiusura di tutto il parco giochi, gli uffici comunali hanno risposto che usi impropri o atti vandalici di una minoranza di persone NON possono impedire al il resto della collettività l’uso di una struttura pubblica facente parte della concessione.

La situazione purtroppo è i fase di “stallo” in quanto il CONCESSIONARIO ritiene che l’unica azione risolutiva sia che il Comune installi a sue spese una rete divisoria più alta.

Gli UFFICI COMUNALI in base a quanto evidenziato ritengono che scavalcare la rete e “camminare” sulla tensostruttura siano azioni improprie compiute da persone che devono assumersene la responsabilità e quindi segnalate a chi di competenza. Allo stesso tempo gli uffici ritengono che diverse azioni potevano e possono esser messe in atto dal concessionario in base a quanto segnalato:

  • vigilanza del parco giochi da parte del custode o con strumenti idonei
  • apporre cartelli di segnalazione o divieto
  • sensibilizzare i fruitori del parco giochi sulla problematica
  • far intervenire le forze dell’ordine
  • valutare soluzioni per far recuperare i palloni
  • in ultimo se ritenuta come unica soluzione da parte del gestore l’installazione di una rete contenitiva più alta è sua facoltà di presentare il progetto al Comune e se approvato procedere con i lavori a suo carico.

Vista la situazione, in questa settimana il Sindaco incontrerà il concessionario per una soluzione che possa far riaprire il parco giochi.